Obiettivo Marte: Elon Musk punta allo spazio

Lo spazio è da sempre rimasto il sogno di molti studiosi, in tantissimi libri e film abbiamo assistito al racconto dell’uomo su Marte, ma qualcosa sta cambiando. Elon Musk, il fondatore di Tesla e Space X, ha un nuovo obiettivo: portare gli uomini sul pianeta rosso.

Elon Musk sta sfidando sé stesso e il mondo intero

Negli anni Sessanta, nel pieno della Guerra Fredda, lo spazio era conteso fra due superpotenze mondiali. Stati Uniti e la Russia, oggi, non sono più i protagonisti, quanto invece plurimiliardari come Elon Musk.
I suoi progetti mirano a inviare nello spazio persone comuni con l’intento di creare una civiltà Terrestre su Marte.

Elon Musk sta sfidando sé stesso e il mondo intero, il suo obiettivo è la colonizzazione di Marte che servirà, oltre che a rendere popoloso un pianeta nuovo, a espandere il settore industriale tecnologico di cui fa parte.
Fino a 50 anni fa sembrava impossibile anche solo pensare di orbitare sul Pianeta Rosso oggi invece il sogno sta per diventare realtà. La parola “impossibile” non fermerà i progetti e le volontà di SpaceX di cooperare con la NASA per poter raggiungere confini fino ad ora irraggiungibili.

Musk afferma: “Arriveremo su Marte entro il 2029”

Il 7 giugno 2018 la NASA comunica che su Marte ci sono molecole organiche e il metano nell’atmosfera varia di continuo; requisiti per poter ospitare la vita.
In una recente conferenza Musk afferma: “Arriveremo su Marte entro il 2029. Potremo viverci entro il 2050, modificando il clima del pianeta e terraformandolo”.

Prosegue dicendo: “Magari ci saranno dei morti nei primi viaggi di SpaceX destinati a Marte, ma la fine di questi pionieri sarà avvolta nella gloria”.
Molte persone non si sono date per vinte e tutt’oggi, nonostante queste avverse dichiarazioni, sarebbero disposte a pagare somme importanti per poter viaggiare nello spazio.

Arriveremo davvero sul pianeta rosso?

Sono sicuramente piani futuristici ambiziosi che porteranno ad alzare sempre di più l’asticella dell’esplorazione e della sfida. Bisogna però ricordare che gli intenti dell’uomo, per natura, sono quelli di conquistare e possedere.
Il passato, infatti, ci insegna che ogni luogo da noi scoperto e colonizzato, ha portato solo ad un danneggiamento del terreno calpestato dai conquistatori e una terraformazione per rendere quel luogo adatto ai nostri bisogni e necessità.

Quindi non ci resta che attendere per vedere i futuri sviluppi di questa nuova missione verso Marte.


Articolo scritto da Mattia Mulazzi , studente del corso New Media Marketing 2021-2023

Condividi su:

Lascia un commento