Seminario: “Scegli ITS: Alta Formazione Post Diploma”

Lunedì 16 aprile, presso Ville Ponti di Varese, si è parlato dell’alta formazione tecnica post diploma, gli ITS.

Nel corso del seminario sono intervenuti i principali attori degli ITS: le fondazioni, le aziende e gli ex studenti che fanno parte di quei 274 aderenti al percorso di formazione con un tasso di occupazione media dell’83%come sottolinea Paolo Bertocchi, consigliere provinciale con delega all’Istruzione.

Per le Fondazioni ITS della Provincia di Varese è intervenuto Angelo Candiani, presidente della fondazione “ITS Lombardo Mobilità Sostenibile”. Candiani ha ricordato che il canale degli Istituti Tecnici Superiori è relativamente recente ma in poco tempo è riuscito a costruire una rete con le aziende che da sole assorbono il 93% dei ragazzi in uscita, la cui età varia dai 20 ai 30 anni.

La crescita degli Istituti Tecnici Superiori è dovuta al fatto che si tratti di corsi professionalizzanti: più di un terzo del percorso si svolge in azienda attraverso gli stage. “Sono momenti in cui azienda e futuro lavoratore si confrontano su nuove basi”, ha confermato Iacopo Frigerio, responsabile della selezione del personale di Reti spa e ospite del convegno come testimone di un’azienda partner della fondazione ITS INCOM. “Molti altri industriali sono convinti della bontà formativa dei percorsi di alta formazione post diploma biennali” – ha concluso Frigerio.

Tra i maggiori sostenitori degli ITS anche Giovanni Brugnoli, vice presidente di Confindustria per il capitale Umano, che ha ribadito l’interesse per gli ITS come settore strategico nella crescita del paese: “nei prossimi 5 anni, la partita dell’Industria 4.0 richiederà 280.000 nuove figure in settori chiave del made in Italy le cui competenze e abilità speciali andranno create con adeguate risposte del mondo della formazione”.

Brugnoli ha concluso il seminario ribadendo che “gli ITS sono fondamentali ma sono ancora troppo poco conosciuti da studenti e famiglie. C’è un cortocircuito che rende poco occupabili i nostri giovani. Gli ITS sono una risposta concreta”.

2018-05-02T09:13:24+00:00