Investire negli NFT è davvero conveniente?

Da poco arrivati sul mercato ma ormai non si sente parlare di altro: stiamo parlando degli NFT, l’ultima moda nel settore degli investimenti. Ma perché dovremmo investire negli NFT? Cerchiamo di capire se è davvero conveniente.

Che cosa sono gli NFT? 

Il termine NFT sta per non fungibile, ossia oggetti unici con proprietà gestita da blockchain

Non fungibile significa un pezzo unico, non possono essere replicati né sostituiti, come per esempio la sedia su cui sei seduto, il computer o il cellulare. 

Quanto vale il mercato degli NFT?  

La svolta inizia nel 2020 e 2021, quando questo tipo di investimento incontra l’arte digitale e in pochissimo tempo ha raggiunto il valore del mercato dell’arte tradizionale. 

Secondo il leader dei mass media Bloomberg, il settore vale già 40 miliardi di dollari e il prezzo più alto mai pagato per questo tipo di opere è di 69,3 milioni dollari.  

Grazie al valore intrinseco degli NFT, sono diventati oggetto di compravendita esattamente come accade per i beni fisici. Ad oggi si contano oltre 5.3 milioni di vendite e queste cifre sono destinate ad aumentare nel prossimo futuro. 

Infatti, acquistare e vendere NFT diventerà presto il nuovo modo di fare investimenti proprio per via dei valori in campo.

Anche i brand puntano sugli NFT

Essendo sempre più spesso assimilati a beni di lusso, i principali brand stanno cercando di avvicinarsi a questo mercato. 

Possiamo ricordare che Gucci ha collaborato con Wanna per creare un modello di sneaker virtuale chiamato Gucci Virtual 22, disponibile solo sulla piattaforma Decentraland. I Kings of Leon, invece, sono stati i primi artisti a pubblicare un intero album in formato NFT. 

Ad esempio, Nike ha aperto uno showroom virtuale “Nikeland sulla piattaforma Roblox, mentre la Ferrari ha realizzato una versione digitale della 296 GTB.  

Infine, dobbiamo considerare l’impulso che il Metaverso porterà all’industria. Man mano che l’universo virtuale cresce, gli NFT diventeranno sempre più popolari e la loro diffusione farà aumentare il loro valore. 

nft

Investire negli NFT conviene?

Con un 2021 proficuo alle spalle e un 2022 incerto ma molto promettente, ha senso investire in NFT? Una domanda senza risposta: con i token non fungibili che sicuramente vedranno un’espansione più ampia nell’anno appena iniziato, colpire mentre il ferro è ancora caldo potrebbe essere una buona idea. Con il nuovo anno si vedranno tantissime novità legate anche al Metaverso e al mondo dei videogiochi, e sempre più industrie si affideranno ai blockchain. Ci saranno dei rischi, ma valutare gli investimenti in termini di tecnologia e settore in evoluzione può essere una mossa utile per chi ne è appassionato. 
In conclusione, gli NFT sono stati la novità dello scorso anno e faranno ancora parlare di sé per il 2022 e non solo. Sicuramente l’arrivo del Metaverso agevolerà il loro mercato . Anche se investire negli NFT è un po’ come acquistare azioni:il futuro è incerto. Comprare token non fungibili è consigliato ai collezionisti che vogliono circondarsi di opere oppure oggetti digitali unici, ma anche per i più lungimiranti. 


Scritto da Martino Brunazzo, studente del corso New Media Marketing 2021-2023

Condividi su:

Lascia un commento